La Nuova Chiesa nel complesso di San Giacomo

Oltre al lavoro progettuale dello Studio Fuksas, due artisti di grande rilievo hanno contribuito, attraverso le proprie opere, alla realizzazione della Nuova Chiesa: Enzo Cucchi, artista di fama internazionale, le cui opere si trovano nelle maggiori collezioni museali del mondo, ha realizzato la stele esterna adiacente alla chiesa.
Un altro grande artista, Mimmo Paladino, le cui opere sono collocate in permanenza in alcuni dei principali musei internazionali come il Metropolitan Museum of Art di New York, ha lavorato alla rappresentazione della Via Crucis.
La chiesa, costituita da due parallelepipedi inseriti l'uno nell'altro, slanciati verso l'alto, è sospesa di un metro rispetto al terreno ponendo l'attenzione sul senso di verticalità.
Una serie di fasci di luce attraversano e legano tra loro i due elementi e le intersezioni prodotte, creando una serie di aperture che portano la luce all'interno dell'aula, identificando così anche la struttura portante dell'edificio. I fasci di luce sono indirizzati verso gli elementi principali dell'aula: l'Altare, l'Ambone, la Sede di chi presiede e il Fonte battesimale.
Il primo volume, quello esterno, è di cemento armato trattato a cera, mentre il secondo è di cemento cellulare attraversato da raggi di luce provenienti da punti diversi.
Le navate laterali sono attraversate verticalmente da una struttura che sostiene a mezz'aria il cubo interno. L'esterno dell'edificio, come un monolite, si contrappone ad un interno più leggero, disegnato dalla luce. L'ingresso alla chiesa è una passerella, un ponte, così da evitare l'inserimento di una gradinata e sottolineare il ruolo del sagrato. É un taglio orizzontale su un lato del parallelepipedo esterno, una simbolica fessura, un contatto con l'interno.








Regione Umbria Venerdì 10 Aprile 2009

0 commenti

Posta un commento

Cerca su Foligno Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Altre News su Foligno

Offerte di lavoro a Foligno e dintorni

News dalla Provincia di Perugia