A margine della conferenza stampa relativa a Tarsu, Ici e Tosap, parlando dell'abolizione di quest'ultima a partire dal 2010 per i passi carrabili, il sindaco Roberto Morroni ha indicato tra l'altro i fondi da reperire, per la copertura del mancato incasso, con le energie alternative e in particolare il fotovoltaico.
Il sindaco ha indicato in dieci progetti già pronti per la collocazione di tetti fotovoltaici su altrettanti edifici di proprietà pubblica, uno dei primi passaggi che consentiranno - sin dalla prossima estate - di avere un risparmio dovuto ai minori costi per l'energia elettrica e, parallelamente, un maggiore incasso derivante da royalty dovute per l'utilizzo dei tetti. I progetti - ha spiegato il sindaco Morroni - riguarderanno edifici di proprietà comunale come il mattatoio, la rimessa dei mezzi comunali, la palestra della scuola media, il centro socioriabilitativo Il Germoglio - quest'ultimo sarà sottoposto anche ad altri interventi funzionali - gli edifici del Comune a Sassuolo (San Pellegrino), il palazzetto dello sport Luzi, le scuole di Cartiere e la Domenico Tittarelli di viale don Bosco, e nelle altre scuole dove sarà possibili istallarli. Il tutto con l'obiettivo, ha dichiarato il primo cittadino gualdese, di renderli operativi entro l'estate 2010.
"Avevamo dichiarato già in fase di campagna elettorale che Gualdo Tadino doveva diventare un polo di eccellenza delle energie rinnovabili e stiamo portando avanti questo progetto. La nostra campagna elettorale è stata incentrata sullo sviluppo di energie alternative e questa scelta, oltre a mantenere fede agli impegni presi, segna indubbiamente una tappa fondamentale nell'azione che il Comune di Gualdo Tadino sta operando nell'ambito dello sviluppo sostenibile. Il progetto rientra nel piano di diffusione del fotovoltaico nel territorio gualdese, che sta interessando anche l'iniziativa privata. Nell'ultima seduta di giunta, infatti, abbiamo approvato progetti di fattibilità della graduatoria tipo b riguardante l'installazione di pannelli fotovoltaici su terreni di proprietà privata: anche su questi impianti il Comune beneficerà di royalties - ha ribadito il sindaco Morroni, facendo intuire che ci sono allo studio altre forme di utilizzo delle energie alternative e rinnovabili. Si tratta di una vera frontiera intorno alla quale il dibattito è acceso da tempo, tanto è che Gualdo Tadino aveva aderito al progetto "20-20-2020", con il quale era stato preso l'impegno di arrivare a quella data con il 20% dell'energia necessaria alla città prodotta da fonti rinnovabili o alternative. Già nei mesi scorsi era stata siglata l'adesione di Gualdo al Convenant dei Sindaci, il patto che regola il progetto 2020. Adesione confermata anche dall'attuale amministrazione comunale. "
Verificheremo successivamente la possibilità di estendere il fotovoltaico anche in altri edifici pubblici e in alcuni parcheggi, su questi ultimi attraverso l'installazione di appositi pannelli ombreggianti che miglioreranno sensibilmente le aree anche dal punto di vista estetico" - conclude il sindaco Morroni

0 commenti

Posta un commento

Cerca su Foligno Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Altre News su Foligno

Offerte di lavoro a Foligno e dintorni

News dalla Provincia di Perugia