Un taglio del nastro di quelli che cambieranno sicuramente la città in maniera radicale. Infatti lunedì prossimo alle 12, allo svincolo della zona industriale nord sarà inaugurato il tratto di Flaminia che da Cerqueto porta appunto alla zona industriale, passando del tutto al di fuori del centro abitato di Gualdo Tadino. L'apertura di questo tratto permetterà di eliminare completamente il traffico di lunga percorrenza che oggi attraversa l'abitato di Gualdo Tadino, deviandolo direttamente sulla strada provinciale 241, quella delle Vallotte, in corrispondenza della vicina zona industriale. Da questo punto sarà possibile proseguire o verso Gubbio, direttamente sulla provinciale 241, o risalire per ritornare sul vecchio tracciato della Flaminia all'altezza della rotatoria nei pressi di Categge. Questo ancora per poco - relativamente ai tempi di costruzione di una strada - visto che sono stati appaltati e sono stati consegnati i lavori per il tratto che dalla stessa zona industriale nord gualdese si ricongiunge con la Perugia-Ancona a Osteria del Gatto (Fossato di Vico). L'appalto - precisa una nota - è stato aggiudicato all'impresa Brunelli costruzioni di Mancini Giuseppina & c, con sede a Nocera Umbra, per un importo di oltre 6.5 milioni di euro.
L'opera costituisce l'ultimo lotto (6 bis) in prosecuzione del tratto in via di ultimazione (lotto 6 - primo stralcio) tra lo svincolo di Cerqueto (Gualdo Tadino) e lo svincolo con la strada provinciale 241 Gubbio-Gualdo Tadino e consentirà il completamento del nuovo tratto della strada statale 3 Flaminia tra Nocera e Fossato di Vico, collegando Foligno con la direttrice Perugia-Ancona (strada statale 318) nel tratto a quattro corsie all'altezza di Osteria del Gatto. Il termine dei lavori, che sono già stati consegnati lo scorso 28 maggio, è previsto per il secondo semestre del 2010. Tornando all'apertura del nuovo tratto di Flaminia ci si ritrova una città completamente nuova e da ripensare sotto diversi aspetti, non più attraversata quotidianamente da un volume di traffico che rappresenta al tempo stesso un disagio e una problematica, ma anche una risorsa soprattutto per le attività commerciali disposte lungo la Flaminia. Tutto questo, appunto, in attesa del completamento del lotto 6bis stralcio che consentirà di collegare i lotti già realizzati o in fase di completamento alla nuova Perugia-Ancona, evitando di attraversare centri abitati.
Sarà quest'opera la fase finale di un intervento che consentirà di viaggiare da Foligno a Fossato di Vico, seppure su una due corsie che sembra a tratti già anacronistica, completamente in variante, by passando quindi Valtopina-Nocera Umbra-Gualdo Tadino e i loro centri abitati. In quest'ottica è anche importante la fase di completamento del tratto in variante della direttrice Perugia-Ancona tra Branca (innesto strada statale 318) e Fossato di Vico (strada statale 76) della direttrice Perugia-Ancona, inaugurata sempre nella primavera scorsa, che garantirà una viabilità diversa anche verso l'ospedale di Gubbio-Gualdo, soprattutto per le zone del gualdese più lontane a confine con Nocera Umbra
Corriere dell'Umbria Venerdì 11 Dicembre 2009

0 commenti

Posta un commento

Cerca su Foligno Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Altre News su Foligno

Offerte di lavoro a Foligno e dintorni

News dalla Provincia di Perugia