Cassonetti con badge elettronico

Differenziatur ma soprattutto le tante novità riguardanti la raccolta dei rifiuti e la differenziazione che diventeranno operative dal 1 settembre sono state al centro di una conferenza cui sono intervenuti il sindaco Roberto Morroni, l'assessore all'Ambiente, Paola Gramaccia, e il presidente di Esa Fausto Paciotti. Novità sostanziale l'estensione del servizio di raccolta porta a porta per oltre il 50% della popolazione passando dalle attuale 1.200 famiglie alle 3.400 di inizio settembre con i quartieri di San Rocco-Biancospino-Cartiere-Caselle-Casale. Nella sua introduzione il sindaco Morroni ha salutato
"come positiva e costruttiva la sinergia che si è innescata con Regione Umbria-Ati1-Anci Umbria per la promozione della raccolta differenziata attraverso momenti di sensibilizzazione come quello rappresentato da "Differenziatur" e ringraziato il gruppo Sorgente per la collaborazione."
È stato lo stesso Morroni ad annunciare
"l'ampliamento della raccolta differenziata anche oltre il centro storico, con il coinvolgimento dei quartieri più popolosi della città come San Rocco-Biancospino-Cartiere."Paola Gramaccia ha spiegato come "da un lato saranno diminuiti i giorni di raccolta dell'umido nel centro storico - passeranno da 6 a 3 in linea con la normativa regionale - con il recupero di personale per i quartieri interessati dall'ampliamento."
Dal 15 luglio saranno consegnati anche nuovi mezzi ad Esa per potenziare la raccolta.
"L'obiettivo è passare dall'attuale 32% al 50% di differenziata entro la fine dell'anno - ha spiegato l'assessore all'Ambiente, aggiungendo che si punterà molto sul compostaggio domestico. L'obiettivo è anche diminuire il materiale conferito in discarica. Quindi differenziare significa non solo salvaguardare l'ambiente ma anche spendere di meno"
- rimarca Paola Gramaccia. Altra novità è anche una sperimentazione che partirà in una frazione - probabilmente Rigali - e che riguarderà i cassonetti per i rifiuti solidi urbani muniti di accesso con badge elettronico.
"Questo consentirà il conferimento ai soli abitanti della frazione e noi avremo anche la possibilità di monitorare utilizzi anomali dei cassonetti stessi"- aggiunge l'assessore. In tal senso l'assessore Gramaccia ha anche ricordato "che per la prossima settimana, in via straordinaria dopo i mesi di chiusura, l'isola ecologica rimarrà aperta tutti i giorni."
Fausto Paciotti ha sottolineato i risultati ottenuti negli ultimi due anni da Esa, compreso l'utile registrato nel 2010, ma soprattutto il fatto che sono stati rinegoziati tutti i contratti, sistemata la situazione "tecnico-amministrativa" e redatto un nuovo statuto societario.
"Esa ora lavora in perfetta tranquillità, cosa importante per una municipalizzata - ha rimarcato Paciotti - che ha ribadito che il futuro passerà per un'azienda multiutility grazie anche all'acquisizione delle quote di Appennino Servizi che porterà Esa a gestire anche un prezioso patrimonio immobiliare di qualità da far fruire ai cittadini."
Differenziatur sarà presente anche in uno stand espositivo attivo questa mattina presso piazza Federico II in occasione del mercato settimanale del giovedì
Corriere dell'Umbria Giovedì 30 Giugno 2011

0 commenti

Posta un commento

Cerca su Foligno Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Altre News su Foligno

Offerte di lavoro a Foligno e dintorni

News dalla Provincia di Perugia