La giornata nazionale della Colletta alimentare, in programma per sabato prossimo 26 novembre, è ormai un appuntamento annuale che coinvolge milioni di persone.
"Lo scopo del Banco Alimentare - spiega Peppe Ascani, membro del direttivo regionale dell'associazione e responsabile per il territorio gualdese - è la raccolta delle eccedenze di produzione agricole e dell'industria specialmente alimentare e la ridistribuzione delle stesse ad enti e associazioni che si occupano di assistenza e aiuto a persone in stato di povertà. Nel 2010 sono state raccolte circa 65.000 tonnellate di alimenti, pari a un valore di 210 milioni di euro ovvero al carico di oltre 2.000 tir. Un'opera portata avanti grazie all'impegno di volontari che ogni giorno sono occupati nei turni di distribuzione dei prodotti."
Lo stesso responsabile del Banco alimentare ci spiega che fine fanno queste derrate.
"Spesso sono gli amici che ti segnalano dei casi - continua Ascani - e diventa impossibile tirarsi indietro, senza farsi interrogare da queste realtà di cui veniamo a conoscenza. I nuovi poveri sono famiglie cui viene improvvisamente a mancare il lavoro, altre colpite altrettanto improvvisamente dalla malattia, anziani, oppure immigrati che non riescono ad integrarsi."
Il momento storico che stiamo vivendo rimane molto delicato e drammatico. I poveri sono in costante crescita e sono sempre più prossimi a ciascuno di noi. Non manca solo il cibo, manca il lavoro, la casa e soprattutto sembrano venir meno le ragioni per sperare e per questo si è sempre più soli; una solitudine spesso avvertita da chiunque, poveri o ricchi.
"Cristo, presente ora, colma quella solitudine, risponde a tutte le esigenze del nostro cuore. Per questa esperienza, proponiamo ad ognuno la Colletta Alimentare, perché facendo la spesa per chi è nel bisogno, si ridesti tutta la nostra persona, cominciando a vivere all'altezza dei desideri del nostro cuore"
è lo slogan con il quale viene presentata la Colletta 2011. Per questo parte l'invito a partecipare alla giornata nazionale della Colletta Alimentare
"perché anche fare la spesa e donarla a chi è più povero è occasione di un immediato e positivo cambiamento per sé e quindi per la società."
Anche nel nostro territorio, per il quindicesimo anno consecutivo, si potrà fare la spesa per il Banco Alimentare: a Gualdo Tadino presso la Coop, Famila, Conad Superstore, Lidl, Eurospin, Rondelli Francesco in viale G. Mancini; a Fossato di Vico presso il Simply, il circolo Acli di Palazzolo, il Conad Margherita della stazione e il Conad di Osteria del Gatto, mentre a Sigillo presso il Conad di Cesarini e la Bottega dei sapori. All'ingresso delle attività commerciali ci saranno dei volontari che rimarranno a disposizione di quanti vogliano aderire all'iniziativa per l'intera giornata e che distribuiranno un depliant illustrativo ed un sacchetto, il quale sarà riconsegnato all'uscita con il contributo spesa. Un ringraziamento doveroso va rivolto alla Icom - produzione cartone ondulato - di Fossato di Vico in particolare a Giuseppe Costantini, perché anche quest'anno come negli anni precedenti metterà a disposizione gli scatoloni necessari per la raccolta dei prodotti nei supermercati. La giornata dedicata alla Colletta Alimentare inizierà per tutti i volontari con la santa messa alle 8 presso la cattedrale di San Benedetto
Corriere dell'Umbria Mercoledì 23 Novembre 2011

0 commenti

Posta un commento

Cerca su Foligno Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Altre News su Foligno

Offerte di lavoro a Foligno e dintorni

News dalla Provincia di Perugia