Sbandieratori in festa a Gualdo Tadino

Tra i protagonisti dei Giochi de le Porte sicuramente un ruolo di primo piano lo meritano gli Sbandieratori del gruppo Città di Gualdo Tadino. Un gruppo che quest'anno taglia il prestigioso traguardo dei trenta anni. Per enfatizzare la contesa dei Giochi de le Porte, nasce nel 1979 il primo gruppo Sbandieratori che riporta in vita quegli antichi giochi della bandiera che avevano lo scopo di vivacizzare e colorare le cerimonie più prestigiose nel periodo del XV secolo.
Nel 1980 grazie anche all'ottima affermazione del gruppo anche al di fuori delle mura cittadine, viene offerta da parte dell'Ente Giochi de le Porte la possibilità di fregiarsi dei colori bianco, rosso e nero con i quali il gruppo è il rappresentante ufficiale della città di Gualdo Tadino in Italia e all'estero, ed è uno dei vettori pubblicitari della rievocazione storica e della cultura gualdesi. Oggi il gruppo Sbandieratori della Città di Gualdo è costituito da una trentina di elementi suddivisi in alfieri, tamburini e portavessilli.
Ora il gruppo è cresciuto, continua a raccogliere successi in ogni angolo della nazione e si ripresenta alla città con uno spettacolo rinnovato nella coreografia e nei movimenti. Il settore giovanile contribuisce non poco a questo successo adeguandosi e proponendo sempre nuove figure. Proprio per festeggiare questo prestigioso traguardo nell'ambito del palio di Primavera del 29 e 30 maggio prossimi si terrà un'edizione speciale della festa della bandiera. Un'edizione che cercherà di far tornare in piazza tutti i protagonisti di questi trent'anni, riproponendo figure che hanno fatto la storia degli sbandieratori in una sorta di amarcord con il denominatore comune della bandiera. Anche Luca Centini, alla guida degli sbandieratori città di Gualdo Tadino, festeggia i suoi trenta anni di attività nel gruppo quale responsabile. La piazza gualdese lo conosce da quando era appena ragazzo e cominciava le sue evoluzioni con la bandiera. Saranno presenti anche compagnie di altre città che si esibiranno nella serata di sabato 29 maggio. Questo il programma dettagliato dell'iniziativa che partirà alle 17 con un corteo storico che percorrerà l'intero anello del centro storico, cui seguirà il saluto del sindaco e del gonfaloniere. a quel punto ci sarà lo spettacolo più atteso quello degli sbandieratori dai primi anni a oggi, cui seguirà la consegna delle targhe ricordo ai partecipanti, poi tutti insieme a cena nella taverna di San Donato.
Nella serata poi in piazza lo spettacolo degli sbandieratori delle città amiche con l'esibizione dei gruppi di Torrita di Siena, Assisi e L'Aquila. La festa della bandiera sarà anche il preludio al palio di Primavera che si disputerà la domenica con questo programma: , alle 11.30 presso Cattedrale di San Benedetto Santa Messa cui partecipano tutti i Portatoli, seguirà il pranzo nella taverna di San Facondino. Nel pomeriggio un corteo storico con partenza dalla Rocca Flea, alle 17 inizio del palio di Primavera con prove fionda, arco, corsa a pelo, in serata la possibilità di cena nelle taverne di San Facondino e di San Martino
Corriere dell'Umbria 22 Maggio 2010

0 commenti

Posta un commento

Cerca su Foligno Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Altre News su Foligno

Offerte di lavoro a Foligno e dintorni

News dalla Provincia di Perugia