Percorsi incrociati a Foligno

Il commercio chiede aiuto alla cultura, esattamente il contrario di come sono andate sinora le cose. Tempo di crisi, i negozi chiudono e rimangono vuoti, tanti piccoli locali disadorni e abbandonati, un pugno nello stomaco per chi si addentra nel Centro Commerciale "Le scale" a Porta Romana a Foligno, una Galleria che, non fosse altro per la sua centralità, meriterebbe ben altro destino. Così per renderla viva, scintillante e confortevole per le feste di Natale artisti e artigiani del territorio si sono mobilitati, a totale titolo gratuito, con una pacifica "invasione" in tutti i negozi non affittati, circa 12, sparsi nei due piani. L'idea è venuta alla Confcommercio che ha affidato l'incarico ad Antonio Persichini di allestire nel Centro Commerciale, a partire da martedì 7 (ore 16,30) fino al 31 dicembre, una mostra "incrociata" tra arte e artigianato impreziosita anche da eventi musicali, letterari. Grazie alla disponibilità dei proprietari dei negozi vuoti, concessi gratuitamente, l'iniziativa ha preso via via corpo suscitando l'adesione entusiastica di 27 artisti più o meno noti (citiamo per questioni di spazio solo Ugo Nespolo, Luca Baldelli, Maurizio Pulvirenti) e di 10 artigiane, curiosamente tutte donne "dimostrando" come precisa l'assessore alla cultura Elisabetta Piccolotti nel corso dell'incontro stampa a Perugia
"che le donne hanno una capacità creativa molto sviluppata."
"Percorsi incrociati" ha spiegato l'assessore provinciale Donatella Porzi
"è una iniziativa natalizia ideata per rivitalizzare un centro commerciale in un momento di sofferenza , trasformandolo in una grande galleria d'arte. La Provincia ha subito detto di sì all'iniziativa della Confcommercio, anche perché si rivela essere un momento di confronto e di interazione tra l'arte e l'artigianato."
Nei 12 locali, infatti, verranno allestiti dei simpatici atelier artistici-artigianali, senza alcun genere di barriere: oggetti anche particolarmente originali creati dalle mani sapienti delle artigiane si coniugheranno perfettamente, nello stesso spazio, con dipinti e sculture degli artisti.
"Di questa crisi dalla coda così lunga" ha aggiunto Aldo Amoni presidente Confcommercio di Foligno "noi non abbiamo paura e reagiamo con iniziative mirate."
Foligno dal punto di vista commerciale si sta spopolando, in favore di luoghi non luoghi, di quelle
"cattedrali (commerciali) nel deserto" erette oltre le periferie. "Le scale", pur essendo nel centro della città, pur avendo un parcheggio sotterraneo, sta vivendo un momento di recessione. L'intenzione è quella di riportare gente e movimento nei suoi spazi, "un obiettivo che oltretutto aiuta anche noi artisti"
come spiegano Ferdinando Simonetti e Maura Menichetti di Officina Artistica
"che siamo perennemente alla ricerca di luoghi in cui esporre le nostre opere."
Per dare maggior spessore all'evento ci sarà anche un video con 200 immagini delle Galleria, "Il formichiere " di Marcello Cingolani inviterà alla lettura sui temi dell'Arte e dell'Artigianato, una piccola mostra fotografica (Buzzeo, Costi e Vissani). "Nella mostra" ha precisato il curatore Persichini

"ci saranno opere di pittori informali, astratti, ipermanieristi, figurativi, materici, oltre a sculture in legno, ferro, pietra, carta, ceramica tradizionale e raku"

Anna Lia Sabelli Fioretti
Corriere dell’Umbria Giovedì 2 Dicembre 2010

0 commenti

Posta un commento

Cerca su Foligno Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Altre News su Foligno

Offerte di lavoro a Foligno e dintorni

News dalla Provincia di Perugia