Piazza San Domenico a Foligno tornerà ad essere quella che era quando è nata, presumibilmente nel Medioevo ai tempi della costruzione della Chiesa che la delimita da un lato e di Santa Maria Infra Portas da un altro lato. La decisione di buttare via la grande aiuola piazzata al centro del grande spazio con i suoi cipressi romani e le sue palme (quest'ultime che stridevano veramente con il paesaggio medioevale umbro sono state trasferite davanti al cimitero) realizzata a mo' di rotonda ante litteram all'inizio del '900, ha fatto discutere molto i cittadini folignati ma alla fine la scelta si è dimostrata vincente perché rende all'architettura della piazza il suo rigore iniziale, dando respiro alla maestosità delle due bellissime chiese.

Toma quindi ad essere "agorà" cittadina, rigorosamente pedonale ad esclusione di un piccolo corridoio di scorrimento, e quindi destinata ai grandi raduni, agli eventi e alle iniziative con grande affluenze. Per l’inaugurazione ufficiale niente nastro tricolore ma una bacchetta di prestigio mondiale, quella del Maestro Zubin Mehta, con il concerto finale (il 24 settembre ore 20,30) della settima edizione del Festival Internazionale Assisi nel Mondo, ideato e diretto dalla cantante lirica Laura Musella. L'orchestra del Maggio Fiorentino eseguirà per l'occasione l'ouverture de "i vespri siciliani" di Giuseppe Verdi e la mitica sinfonia in fa maggiore "Pastorale" di Ludwig van Beethoven.
A rendere possibile questo grande evento con il loro sostegno economico sono stati la Regione, la Provincia di Perugia, il Comune di Foligno, la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, la Banca Casse di Risparmio dell'Umbria, il Gai dei Sibillini, la Camera di Commercio di Perugia. "La piazza" spiega la Musella

"é stata riportata al livello originale, molto più basso, quindi il sagrato di San Domenico si è alzato diventando in pratica un palcoscenico naturale, oltretutto a schiena d'asino. Perfetto per un concerto. Il ritorno alle origini l'ha trasformata in un luogo prestigioso dal punto di vista artistico ed architettonico."
"L'abbiamo restituita alla città in una forma straordinaria" aggiunge il sindaco Nando Mismetti  "Sarà utile per eventi di grande importanza. A mio avviso questo del 24 settembre sarà l'evento più importante degli ultimi 15 anni."
Per il concerto i posti a disposizione del pubblico nella piazza saranno 2900. Prezzi abbordabili per tutti da 15 e 10 euro. I biglietti sono acquistabili on line a www.ticketitalia.com e nei vari punti vendita dell'agenzia sparsi per l'Umbria, oppure in Comune a Foligno e presso le due banche sponsor. Esiste un piano è nel caso malaugurato di una giornata di pioggia: il concerto verrà spostato all'interno del Duomo, ma certamente perderebbe il fascino della novità e dell'atmosfera. Al volo anche un breve bilancio con la Musella sul Festival che si concluderà alla grande a Foligno

"Sono molto soddisfatta di questa settima edizione. Io l'ho concepito come una sorta di laboratorio per cui i ragazzi li faccio ritornare in modo da poter assistere alla loro crescita artistica. Inoltre chiedo loro di partecipare ai concerti degli altri. Ho conosciuto dei veri e propri talenti, molti diventeranno dei grandi artisti."

Corriere dell'Umbria Giovedì 12 Settembre 2013

0 commenti

Posta un commento

Cerca su Foligno Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Altre News su Foligno

Offerte di lavoro a Foligno e dintorni

News dalla Provincia di Perugia