Il Duomo di Foligno

La costruzione del Duomo di Foligno originaria dell'edificio sacro risale al Ix-x secolo, nel 1201 fu ampliato con l'aggiunta del transetto sinistro. Nel 1512 l'edificio fu completamente trasformato; si preferì la navata unica, le volte a crociera e la cupola centrale. Alla fine del Settecento Giuseppe Piermarini diede all'interno un aspetto neoclassico.
Sopra il portale maggiore si conserva la data del primo rinnovamento medievale e una loggetta con due bifore. Nella parte superiore della facciata si trova il rosone contornato dai simboli degli Evangelisti e un mosaico realizzato nel 1904. Il lato che si affaccia su Piazza della Repubblica è ricco di elementi decorativi. La parte bassa è rivestita in pietra bianca e rossa e vi si apre un pregevole portale con ornati classicheggianti, opera dei maestri Rodolfo e Binello. La parte superiore conserva elementi del XIII secolo come la loggetta, con la sua decorazione pittorica, e le ghiere dei due rosoni laterali. Nell'interno sono collocati dipinti del Settecento. Sopra l'altare maggiore si erge un baldacchino di Andrea Calcioni che vuol essere una riproduzione di quello del Bernini a San Pietro.

Duomo di Foligno
Dall'altare maggiore si scende nella cripta, della prima metà dell'XI secolo, questa ha subito consistenti rimaneggiamenti nel corso del Cinquecento e del Seicento. Nella volta del presbiterio si trovano numerosi affreschi di Francesco Mancini. Dal braccio sinistro della crociera si passa alla Cappella Iacobilli dove si trovano affreschi di Vespasiano Strada.



foto tratta dal sito fotoeweb.it

0 commenti

Posta un commento

Cerca su Foligno Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Altre News su Foligno

Offerte di lavoro a Foligno e dintorni

News dalla Provincia di Perugia